Resoconto Serata del 13/11

L’OAMI Carmagnola ringrazia l’Amministrazione Comunale per l’utilizzo della Sala polivalente degli “Antichi Bastioni” per le serate di spettacolo svoltesi nei mesi di Ottobre e Novembre a sostegno del progetto “Casa Roberta”.
Nel corso della serata del 13 Novembre scorso, la compagnia “Brutto Tempo Angeli” con i ragazzi del C.S.T di Carmagnola ha messo in scena lo spettacolo “Non me l’aspettavo”, con una buona partecipazione di pubblico, in particolare l’OAMI vuole ringraziare per la loro partecipazione :
– il Comune di Carmagnola con l’Assessore Albini Letizia
– il CISA 31 con il Direttore Genesio Clara e il Presidente Torazza Valeria
– la Cooperativa Solidarietà Sei con il Presidente Castagno Angela
– l’Associazione Famiglie e Volontari per l’Handicap
Nel corso della serata del 13/11 sono stati raccolti 413,50, ringraziamo ancora quanti hanno partecipato e generosamente contribuito.

Serata con Progetto Vagabondo – Rendiconto

In occasione della Terza Serata agli Antichi Bastioni per la diffusione del progetto Casa Roberta, sono stati raccolti
€ 332 in Donazione nel corso della serata
€ 100 come Donazione da parte del Vespa Club Di Carmagnola
€ 30 come Donazione da parte di una famiglia
L’OAMI Carmagnola ringrazia tutti i partecipanti e in particolare il Progetto Vagabondo che con la sua coinvolgente performance ha consentito lo svolgimento di una serata emozionante per tutto il pubblico.
IMG_20151107_225351

Gli Alunni del Cielo per Casa Roberta

Save the Date!

Quando? Sabato 24 Ottobre alle 21.00
Dove?Antichi Bastioni di Carmagnola

Riprendono le iniziative per la diffusione del progetto Casa Roberta a Carmagnola e dintorni.

Per l’occasione avremo ospiti gli Alunni del Cielo, comunità giovanile che nasce a Cuneo intorno al 1968, sulla scia di quelle che un tempo erano chiamate “Congregazioni Mariane”, guidate dai Padri Gesuiti. In quegli anni di contestazione, il Padre Gesuita Giuseppe Arione S.J propose una singolare forma di apostolato, che utilizzava la musica e il canto come linguaggi universali capaci di parlare al cuore di ogni uomo, con la forza dell’amore cristiano. I concerti, oltre ché in chiese e teatri, si tennero all’aperto: piazze, campi sportivi, lungo il mare …

Verso la metà degli anni ’70, Padre Geppo venne trasferito a Torino presso l’Istituto Sociale dei Padri Gesuiti e fece sorgere una nuova comunità, con un nuovo gruppo corale, ma con gli stessi intenti della comunità cuneese. Nei due decenni successivi gli Alunni del Cielo cantarono in varie parti d’Italia e anche in Europa: con le loro tournées estive, si dedicarono a iniziative di solidarietà e, divenendo più numerosi, costituirono diversi gruppi musicali .

Oggi gli “Alunni del Cielo” sono guidati dall’ Assistente Spirituale Gesuita Padre Piero Granzino S.J e sono formati da tre corali: gli Osanna, gli Amen e iRevival.
Gli Alunni del cielo hanno sostenuto in questi anni alcuni progetti di solidarietà: CIAD, Tananarive, GHER, Pane per i Lavoratori del Tè , Missione Alcantarine, In Memoria di Andrea contro le Malattie Genetiche, Casa Accoglienza La Madonnina di Candiolo (TO) e Case famiglia dei Padri Gesuiti a Sighet (Romania).